Home / Il Progetto

Il Progetto

IL NUOVO PROGETTO

PAGINE VIAGGIANTI 2.0

Finanziato con il Bando Regionale IO LEGGO 2016

Salva un libro, promuovi la lettura!

  • Un libro NON É una semplice oggetto, ma É un MONDO, una REALTÀ, un INSIEME DI PERSONE E STORIE.

  • Un libro NON è un prodotto, quindi, finalizzato esclusivamente alla vendita e soggetto alla classica usura di cu soffre “una cosa”, ma É un INSIEME VIVO di significati fondamentali nella crescita e nello sviluppo evolutivo della persona.

L’origine del nuovo progetto sta in questa idea base di PAGINE VIAGGIANTI: salvare un libro destinato alla distruzione significa offrire al libro numerose possibilità di forma e contenuto, e quindi di vita. Nello stesso tempo significa dare forme nuove all’idea di LETTURA.

Con la produzione di laboratori e incontri culturali che abbracciano target ampi (dai bambini alle persone di età avanzata), il progetto ha promosso un nuovo approccio al libro e quindi alla LETTURA. L’intento è stato portare studenti e utenza adulta ad “innamorarsi” nuovamente del libro, UNIVERSO TOTALE e non una semplice raccolta di pagine.

CONTESTO

Il progetto PAGINE VIAGGIANTI 2.0 si è sviluppato nei punti socialmente e culturalmente rilevanti del Municipio I (quartiere Esquilino), partendo dall’Istituto scolastico DI DONATO – MANIN

  • Infanzia, primaria e secondaria del Plesso scolastico DI DONATO – MANIN

  • Biblioteca Nelson Mandela

  • Centro Anziani di via San Quintino

  • Sala d’attesa CENTRO PRELIEVI Azienda Ospedaliera S.Giovanni dell’Addolorata

  • Libreria Pagine2 di via Cairoli

  • Casa editrice Orientalia

In ogni sede sono stati organizzati incontri laboratoriali e/o culturali.

FINALITÀ

Aprirsi al territorio e coinvolgere ogni potenziale lettore: questa la finalità del progetto PAGINE VIAGGIANTI 2.0

Grazie anche alla collaborazione di punti socialmente e culturalmente nevralgici del quartiere, che hanno dato la loro disponibilità e manifestazione di interesse (la scuola Di Donato, il Centro Anziani, la libreria PAGINE 2) il progetto ha proposto e applicato l’idea di LIBRO SALVATO PER PROMUOVERE LA LETTURA, in forma classica e nuova.